Venere Bianca

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5,00 di 5)

La pornostar Venere Bianca
La pornostar Venere Bianca
La pornostar italiana Manuela Farloni, in arte Venere Bianca, classe 1959, nasce a Fucecchio. Prima di diventare pornostar, ha alle spalle una lunga carriera come fotomodella e indossatrice. Inizia nel lontano 1979 partecipando a Miss Italia e portandosi a casa l’award per Miss Toscana. Nel 1993 inizia ad esibirsi in giro per l’italia con alcuni spettacoli di strip-tease integrale conquistando fin da subito un folto numero di fan, da lei stessa denominati “I miei orgasmini” (ispirandosi ai Cicciolini di Ilona Staller).

Il decollo della carriera da pornostar di Venere Bianca fu facilitato dalla notorietà ricevuta attraverso alcune trasmissioni televisive: lavorò per due anni nella trasmissione Top Club su Rete Mia.
Le grandi soddisfazioni e i consensi ottenuti spinsero Venere Bianca ad andare oltre; fu girato un primo video che ebbe un notevole successo, e da lì iniziò la sua carriera di professionista nell’hardcore. Nacque una grande collaborazione con il regista Nicholas Moore e con FM Video, che sfociò in numerose pellicole vincenti.

È stata una delle poche pornostar italiane a partecipare al Festival internazionale del cinema erotico di Barcellona, l’Hot D’Or, tenutosi nel 2001, con il film porno “Doom Fighter”, una parodia porno del famoso video game Lara Croft. È tuttora in attività, e si esibisce in spettacoli hardcore e chat-line erotiche televisive.

Sposata in passato con il pugile Nino La Rocca, dal quale ebbe un figlio, affidatole nel 1995 dopo una lunga battaglia legale con l’ex coniuge. Attualmente la Venere Bianca vive con Franco Ciani, compositore ed ex marito di Anna Oxa.
Da segnalare, tra gli aneddoti che la riguardano, anche un contenzioso legale con la madre, la quale riteneva non idonea la figlia ad allevare un figlio, dato il suo lavoro di pornostar. La causa fu poi vinta dall’attrice. Nel 2005 è uscita la sua autobiografia “Oltre il fosso” (editore Melattini), il cui titolo si riferisce a chi vive controcorrente rispetto a un’etica generale.