Malù

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5,00 di 5)
La pornostar Malù/Ramba
L’ex pornostar Malù/Ramba

Ileana Carisio, in arte Ramba (e successivamente Malù), è un ex pornostar italiana famosa per il suo look aggressivo, corredato da pistole e caricatori . Di origine salernitane, classe del 1967, fa del bergamasco la sua base e trampolino di lancio verso una breve ma intensa e cospicua avventura nel mondo del cinema hard italiano. Inizia nel 1985 come cubista in un locale notturno in Lombardia, e successivamente passa agli spettacoli erotici in topless e striptease. Al mondo dell’hard ci arriva dopo aver incontrato Riccardo Schicchi che crea per la pornostar (ai tempi ancora Ramba) un’immagine di donna aggressiva e minacciosa, studiata in contrappunto alla figura dolce ideata per Cicciolina.

Lavora anche con altri registi di calibro importante come Oliver Buzz (creatore del nome Malù), per il quale gira “L’inviata del piacere” con Olga Conti e “Sesso Forte”, con Gessica Massaro. Con Leo Salemi partecipa alle pellicole “Private trasgressioni 4 e 5”, “Giù la maschera” e “Il dolce corpo della vendetta”.

Nel 1986 partecipa allo spettacolo live “Curve deliziose”. Ospiti del programma anche Cicciolina, Moana Pozzi e Cornelia Oltean. Riceve una condanna a sei mesi poiché il programma suscita innumerevoli polemiche in quanto considerato eccessivamente scandaloso secondo i costumi dell’epoca. Schicchi e le pornostar ricevono un’ammenda.

Si ritira dal porno intorno al 1989 a causa delle pressioni della sua famiglia cattolica ma rientra nel cinema sotto la veste di Malù interpretando pellicole erotiche piuttosto che pornografiche. Recita anche in tre film erotici diretti da Nini Grassia (“Innamorata”, “Gatta alla pari” e “Un grande amore”), il film biografico “La settima stanza” diretto da Marta Meszaros, e chiude la sua carriera nel 1997 con Tradita a morte, diretto da Pasquale Fanetti.

Partecipa inoltre, a partire dal 1996 a Eurotica TOUR e alla MI-SEX e lavora per riviste come “Blizz”, “Cronaca Vera” e “Contatti”. Gira anche per la trasmissione “Cose Osé” nel 2005.

Viene ricordata anche per le numerose incursioni in piazze pubbliche italiane dove improvvisa spogliarelli a sorpresa, attività che le procura non pochi problemi.